Se una notte d’inverno a Chieri – Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

Se una notte d’inverno a Chieri – Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili e Fridays for Future

Camminare lentamente, da sempre impegnata nella promozione di stili di vita sostenibili ed in armonia con la natura, in occasione di M’Illumino di Meno, organizza, venerdì primo marzo, una passeggiata notturna per scoprire, muniti di torcia, angoli caratteristici del centro storico medioevale della città e luoghi solitamente non accessibili.

Una passeggiata/visita ricca di sorprese, accompagnati da guide d’eccezione… tutta da scoprire partecipando!

Verso le 22,30 raggiungeremo il complesso di San Filippo per un meritato ristoro caldo con tè e tisane con gli amici ciclisti di Muoviti Chieri..

Partecipazione gratuita.

Ritrovo a Chieri, nel cortile del Municipio (via Palazzo di Città 10) e partenza alle 20,30.

Info ed iscrizioni (entro il 28 febbraio): 349-7210715, sentierichieri@virgilio.it, camminarelentamente2@gmail.com, www.camminarelentamente.it

L’iniziativa, coincide quest anno con Fridays for Future (FFF), mobilitazione globale spontanea, avviata dal video appello di Greta Thunberg a novembre, che chiede ai governi del Pianeta un impegno reale per contrastare l’emergenza climatica e che vede centinaia di migliaia di giovani tutti i venerdì in piazza, in ogni luogo del mondo (vedi anche nel sito il Progetto MiTighiamoci ). Camminare lentamente non si tira indietro e parteciperà venerdì 15 marzo, ad Alba, allo Sciopero Globale per il Clima, indetto da FFF.

………………………………………………………………………………………………………………………………..

M’illumino di Meno è stata ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un’iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti e tante case dei cittadini.

M’illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. La Terra è stanca. Usurata, sfinita, a rischio. Ce lo dice con il clima che cambia. Le materie prime non sono infinite, la Terra non è infinita: ha i suoi limiti e ha cominciato a farcelo capire. 

M’illumino di Meno, che torna il primo Marzo 2019 ed è dedicata all’economia circolare. L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell’acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada, fanghi che diventano biogas. Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 15 anni, il mondo è cambiato.
L’economia circolare è una buona, anzi ottima, pratica sostenibile: dà alle cose una seconda opportunità, poi una terza e altre ancora. La bellezza del senza fine.

Anche quest’anno il Comune di Chieri ha deciso di aderire a M’Illumino di Meno spegnendo, per tutta la notte, l’illuminazione pubblica del campanile della Chiesa di San Giorgio, della Chiesa di Santa Maria della Scala (Duomo) e della Chiesa di San Domenico.

Commenti chiusi