I ponti romani della Val Ponci dell’8 marzo

 Buongiorno a tutti,

eccoci con il consueta gita di marzo al mare .  L’escursione, nell’entroterra di Finale Ligure, nell’altopiano delle Manie, meta prediletta per escursionisti, bikers e climbers e amanti della natura, durerà l’intera giornata.

Oltrepassato il villaggio di Verzi, dove inizieremo la nostra escursione, in fondo alla valle di Pia, si ritrova il percorso della via romana che s’addentra nella sovrastante Val Ponci.

Per evitare i dirupi di Capo Noli, la via Giulia Augusta (13-12 a.C.), che collegava Piacenza ad Arles, nel sud della Francia, si sviluppava in un percorso interno con spettacolari opere ingegneristiche. Dal valico di Magnone la strada scendeva verso Finale e nel tratto della val Ponci si possono ancora oggi ammirare cinque grandi ponti di perfetta costruzione che assicuravano l’attraversamento del torrente.

Particolarmente notevole il primo che si incontra partendo da Verzi, detto “Ponte delle Fate” praticamente intatto. Del secondo, “Ponte Sordo”, si conserva solo la rampa d’accesso
Ben conservati sono anche il terzo ed il quarto, detti rispettivamente “delle Voze o Muto” e “dell’Acqua, mentre del quinto “Ponte di Magnone” rimane solo un parte dell’arco.

Percorreremo la via romana dei ponti della Val Ponci fino alle Voze poi svolteremo verso le Manie, zona agricola di grande valore vitivinicolo, frequentata dalla notte dei tempi da pastori provenienti dalle Alpi Marittime e caratterizzata dalla presenza di numerose grotte, tra le quali spiccano l’Arma delle Fate e la grotta dell’Arma, ad indicare che il luogo è stato abitato nella preistoria.

Raggiunta la chiesa di San Giacomo, ci addentreremo in un fitto bosco per poi discendere verso il centro storico di Noli, antica repubblica marinara, meta della nostra gita.

Programma

PARTENZA: Chieri, piazza Europa, presso la Cassa di Risparmio di Asti; ore 7,00.

Sosta al casello autostradale di Carmagnola sulla Torino/Savona o di Asti Est sulla Torino/Piacenza alle 7,30 se verrà richiesta da almeno 10 persone. Si prega di specificarlo al momento dell’iscrizione.

Arrivo a Calvisio, frazione di Finale Ligure per le 9,30

La passeggiata (10 km) non presenta particolari dislivelli ma per la lunghezza del percorso richiede un certo allenamento a camminare.

Arrivo a Noli e pranzo al sacco (nel paese alcuni ristoranti e bar per gli interessati).

Nel pomeriggio meritato riposo in una delle tante spiagge del borgo marinaro

Rientro per le ore 19 circa.

Nello zaino non dimenticare…macchina fotografica, binocolo, scorta di acqua.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 30 euro (comprensiva di viaggio in bus GT, accompagnamento, tessera associativa Camminare lentamente e tessera Endas, assicurazione infortuni e responsabilità civile), 23 euro per chi ha già la tessera associativa 2020; 20 euro per i ragazzi minori di 10 anni.

Posti limitati.

PREISCRIZIONI ( SOLO TRAMITE MAIL fino ad esaurimento, entro il 10 febbraio ):

camminarelentamente2@gmail.com.

PER INFO: Angelo 349-7210715. Paolo 380-6835571.

PAGAMENTO OBBLIGATORIO (entro il 20 febbraio):

in contanti presso Dellacorte Sport (convenzionato con i soci di Camminare lentamente) – via Vittorio Emanuele II 73 a Chieri, orari: lunedì 15.30-19.30, martedì-sabato 9,30-12,30 /15,30-19,30; – Chieri, orari: lunedì 15.30-19.30, martedì-sabato 9,30-12,30 /15,30-19,30

con bonifico sul conto corrente dell’Associazione di Promozione Sociale Camminare lentamente (IBAN IT54 F060 8530 3600 000000 23551), indicando nella causale “gita a Noli”

N. B. Prima di procedere al pagamento della quota, attendere la conferma dell’iscrizione alla gita da parte degli organizzatori.

Vi ricordiamo che in caso di rinuncia a partecipare la gita, dopo il pagamento, è necessario avvisare (tramite una mail a camminarelentamente2@gmail.com) entro e non oltre il 1 marzo. Successivamente a tale data non sarà predisposto alcun rimborso (consistente in un buono utilizzabile in un’altra uscita con bus – vedi il nostro regolamento viaggi di gruppo).

I commenti sono chiusi