Ci vuole un albero! – 6 marzo 2020 Chieri

Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

Per fare un albero ci vuole un seme”, cantava nel 1974 Sergio Endrigo nella celebre canzone Ci vuole un fiore, scritta da Gianni Rodari di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita.

Iniziamo a seminare, quindi. Anzi continuiamo.

Camminare lentamente ha iniziato l’anno piantando due aceri campestri nel giardino della scuola primaria a Dusino San Michele, prima della passeggiata del 9 febbraio.

Per M’illumino di Meno, Camminare lentamente raddoppia le iniziative con:

una festa nel pomeriggio alle 17 al Nido Cucciolo (via Turati 3) durante la quale verranno presentare le passeggiate del 2020 di A piccoli passi, rivolte alla fascia 0-6 anni e inserite nel progetto Slow Time del Comune di Chieri e verrà piantato un albero nel giardino del nido;

– una passeggiata notturna (3 km) alle 20,30 con partenza dalla Rocchetta (Porta Gialdo, Piazzetta Taurinense, al fondo di via Vittorio Emanuele II), che toccherà parchi e aree verdi lungo le mura e ci porterà a scoprire, l’antico Bricco della Casana (ora Casa della Missione – La Pace) e altri angoli caratteristici e poco conosciuti del centro storico della città per poi raggiungere alle 22,30 circa il complesso di San Filippo per un bere tè e tisane calde con gli amici ciclisti di Muoviti Chieri.

Durante la passeggiata notturna verrà illustrato il progetto di riqualificazione urbana dell’ex scuola media Angelo Mosso, presentato dal Comune di Chieri nell’ambito del bando della Compagnia di San Paolo Restauro Ambientale sostenibile.

M’illumino di Meno quest’anno ed è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

M’illumino di Meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili è stata lanciata nel 2005, da Caterpillar e Rai Radio2, per chiedere agli ascoltatori di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi.

Sono decine i Comuni e le aziende che stanno piantando alberi. Pianteranno 60 milioni di alberi, uno per ogni italiano, le Comunità Laudato si’, a partire dall’Insegnamento di Papa Francesco.

L’invito di Caterpillar è di piantare un albero perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature.
Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il
cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire. Quindi piantiamo alberi. Gli scienziati di tutto il mondo concordano: riforestazione.

Anche quest’anno il Comune di Chieri ha deciso di aderire a M’Illumino di Meno spegnendo, per tutta la notte, l’illuminazione pubblica del campanile della Chiesa di San Giorgio, della Chiesa di Santa Maria della Scala (Duomo) e della Chiesa di San Domenico.

Il Comune di Chieri inoltre, con il progetto Chieri Green City, si è dato un obiettivo: piantare nei prossimi 5 anni 10 mila nuovi alberi nel territorio comunale.

Tutte le iniziative sono gratuite; per partecipare alla passeggiata è preferibile iscriversi (per ragioni organizzative) inviando una mail (entro il 4 marzo) a sentierichieri@virgilio.it, camminarelentamente2@gmail.com.

Info: 349-7210715, www.camminarelentamente.it.

Con M’illumino di Meno dal 2005 spegniamo le luci per festeggiare il Risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili.
Quest’anno, il  6 marzo 2020, spegniamo le luci e piantiamo un albero.

Un albero fa luce.

I commenti sono chiusi