Le scogliere di Framura del 21 ottobre

Sperando che sia la volta buona… ci riproviamo con Framura!

L’escursione durerà l’intera giornata e ci porterà in uno dei tratti di litorale meno conosciuti e allo stesso tempo più belli della costa ligure. Qui l’Appennino Ligure si tuffa direttamente in mare grazie ad una dorsale montuosa che si stacca dal Monte Zatta e si allunga fino a Portovenere.

La passeggiata lunghezza 8,5 km; 3 ore circa, per un dislivello in salita di 287 m e in discesa 287 m è di  difficoltà medio alta (3 ricci), presenta un salita iniziale impegnativa e una discesa abbastanza ripida su Framura, frazione Anzo e fino al mare : si raccomandano pertanto scarpe da trekking,  una seria preparazione ed un buon allenamento a camminare.

Il nostro percorso inizia dalla stazione ferroviaria di Deiva Marina e dopo un breve tratto su strada asfaltata, trovato il segnavia del sentiero, identificato con dei bolli di colore azzurro, iniziamo quindi a percorrere in salita il sentiero scavato dalle acque e che si inerpica in un bellissimo bosco di corbezzoli prima e di castagni poi,  fino ad arrivare in prossimità di Casa Serro. Si prosegue tra una fitta macchia mediterranea e si raggiunge località Costa (287 m slm), che, oltre per il meraviglioso panorama sul mare, ammiriamo anche per la bellezza del borgo. La frazione è disposta longitudinalmente lungo il crinale del monte: percorriamo per intero, e in lieve salita, la strada principale e arriviamo alla piazza su cui sorge l’antica e importante chiesa di San Martino, pieve del periodo alto-medievale, attorno alla quale si sviluppò il primo nucleo abitato dell’odierno comune di Framura. In loco sono presenti alcune uniche strutture ricettive ove rifocillarsi oltre all’ottimo Agriturismo “La Foce del Prato” dove sarà possibile pranzare con il menù convenzionato a 15 euro (tagliatelle al pesto, dolce , acqua e vino. Prenotazione obbligatoria entro giovedì 18 ottobre)

Dal centro di Costa ritorniamo per la viuzza da dove siamo venuti e prendiamo la scalinata centrale in discesa, attraversiamo quindi Setta, Ravecca e Anzo, altre interessanti frazioni di Framura, percorriamo poi una splendida “creuza” in direzione del mare fino ad arrivare alla stazione ferroviaria e alla costa, dalle nere scogliere, ove termina la nostra passeggiata ma chi vorrà potrà proseguire ancora lungo la pista ciclopedonale verso Bonassola e Levanto o dall’altro lato verso la spiagge di Torsei e La Vallà con una panoramica passeggiata sospesa sulla scogliera.

Nello zaino non dimenticare…  scorta di acqua, snack energetici, macchina fotografica e binocolo.

E’ consigliato abbigliamento da trekking.

PARTENZA: Chieri, piazza Europa, presso la Banca di Asti, ore 7,00.

Sosta del bus ad Asti Est alle 7,30 se verrà richiesta da almeno 10 persone. Si prega di specificarlo al momento dell’iscrizione.

Pranzo libero o presso Agriturismo “La Foce del Prato” in frazione Costa.

Rientro in serata (ore 19 circa).

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

(comprensiva di viaggio in bus GT, tessera associativa e assicurazione infortuni):

34 euro per i non soci, 29 euro per chi ha già la tessera associativa 2018; 25 euro per i ragazzi minori di 10 anni.


ISCRIZIONI
(posti limitati, entro e non oltre il 25 settembre)

Angelo 349-7210715 . Paolo 380-6835571, camminarelentamente2@gmail.com

PAGAMENTO DELLA QUOTA (entro e non oltre il 30 settembre):
– presso Dellacorte Sport (convenzionato con i soci di Camminare lentamente) – via Vittorio Emanuele II 73 a Chieri, orari: lunedì 15.30-19.30, martedì-sabato 9,30-12,30 /15,30-19,30;

– con bonifico sul conto corrente dell’Associazione di Promozione Sociale Camminare lentamente (IBAN IT54 F060 8530 3600 000000 23551), indicando nella causale “GITA A FRAMURA”

N. B. Prima di procedere al pagamento della quota, attendere la conferma dell’iscrizione alla gita da parte degli organizzatori.

Vi ricordiamo che in caso di rinuncia a partecipare la gita, dopo il pagamento, è necessario avvisare (solo ed esclusivamente tramite una mail a camminarelentamente2@gmail.com) entro e non oltre il 14 OTTOBRE. Successivamente a tale data non sarà predisposto alcun rimborso.

Commenti chiusi