L’Alta Via dei Re in Valle Gesso (5-6-7 luglio)

Un trekking nel cuore delle Alpi Marittime per scoprire l’area protetta più grande del Piemonte: un tempo riserva di caccia dei re di Casa Savoia, oggi questo angolo incantato di montagna custodisce all’ombra delle sue vette severe i ghiacciai più meridionali delle Alpi, innumerevoli laghi alpini e un tesoro di biodiversità animale e vegetale.

Qui, lo stambecco è di casa e le marmotte annunciano con i loro fischi l’arrivo di escursionisti e alpinisti.

Ci incammineremo sui sentieri e sulle mulattiere di questo Parco per percorrere l’Alta Via dei Re. Sarà un trekking impegnativo, adatto ad escursionisti allenati a camminare in montagna e ben equipaggiati.

Ecco il programma:

Venerdì 5 luglio

Ritrovo dei partecipanti alla stazione ferroviaria di Cuneo alle 9 (possibilità di raggiungerla in gruppo con treno da Torino).

Un bus privato trasporterà gli escursionisti a Terme di Valdieri, dopo una sosta a Sant’Anna, la frazione che ospitò ininterrottamente dal 1905 al 1942 i Savoia durante le loro vacanze estive.

Dalle Terme di Valdieri (1368 mt.) raggiungeremo il Pian del Valasco (1763 mt.), dove si trova il rifugio omonimo, usato in passato dai Re d’Italia come casa per ferie e base per le battute di caccia e da qui a diversi laghi glaciali, tutti assai pittoreschi, fino al lago inferiore di Valscura (2274 mt.), percorrendo vecchie rotabili e mulattiere ex-militari, per ritornare, con un percorso ad anello, al rifugio Valasco, dove pernotteremo.

Dislivello: 1000 metri in salita, 600 in discesa

Sabato 6 luglio

Dal Pian del Valasco (1763 mt) torneremo a Terme di Valdieri (1368 mt) e da qui, risalendo il vallone del Chiapous, raggiungeremo il rifugio Morelli (2351 mt), dove ci fermeremo per il pranzo e una sosta riposante.

Ripartiti dal Morelli, raggiungeremo il Colle Chiapous (2528 mt) per poi scendere al Rifugio Genova (2015 mt), dove pernotteremo, nei pressi del lago del Chiotas, un imponente bacino artificiale sorto negli anni ’70 del XX secolo collegato al sottostante lago della Piastra per la produzione di energia elettrica.

Dislivello: 1200 metri in salita, 900 in discesa

Domenica 7 luglio

L’ultimo giorno del trekking ripartiremo dal rifugio Genova per salire al Colle di Finestra

(2471 mt), uno dei luoghipiù spettacolari del Parco Alpi Marittime, per secoli tra i più

importanti collegamenti attraverso le Alpi; da qui ridiscenderemo nel vallone di San

Giacomo di Entracque,raggiungendo prima il Rifugio Ellena Soria (1840 mt) e poi la

frazione (1225 mt), immersa in un bosco di faggi secolari e sede delle palazzine di caccia

ottocentesche dei Savoia,

Un bus privato ci riporterà da San Giacomo a Cuneo e da qui si potrà rientrare.

Dislivello: 450 metri in salita, 1250 in discesa

Quota di partecipazione: 155 euro non soci, 150 euro soci

Comprensiva di: accompagnamento, assicurazione responsabilità civile e infortuni, trasporto con bus privato andata e ritorno, mezza pensione venerdì e sabato rifugi Pian del Valasco e Genova.

In collaborazione con Parco Nazionale Alpi Marittime. Posti limitati.

Per info ed iscrizioni (entro il 18 giugno) Angelo 349-7210715, Paolo 380-6835571 camminarelentamente2@gmail.com

Per completare l’iscrizione è necessario un acconto di 100 euro da versare entro e non oltre il 28/06/2018, con bonifico sul conto corrente dell’Associazione di Promozione Sociale Camminare lentamente (IBAN IT54 F060 8530 3600 000000 23551), indicando nella causale “Trekking in Valle Gesso 2019”

Commenti chiusi