AmarTanaro vuol dire sopratutto amore per il proprio territorio

Siamo a metà viaggio e l’aspetto più significativo del nostro cammino, oltre alle bellezze della natura, e’ la grande disponibilità degli amministratori e delle persone incontrati. Una disponibilità che viene dall’amore per il proprio territorio e già si era manifestata nei mesi in cui con Patrizia, Romano, Giorgio… Si era costruito il progetto. Nelle parole, nei racconti, negli occhi di Giorgio Ferraris e Italo Vinai di Ormea, di Claudio Fazio della pro loco di Garessio, di Franco Nicolino, di Andrea Giaccheri e Sonia Canavese di Nucetto, di Carla Merletti e le donne di Castellino Tanaro, di Ivano Airali e gli amici di   Farigliano, di Mauro Dogliani e gli amici di Narzole. Ecco la grande lezione di questo cammino, ecco perché siamo qui. Ed ora, come dice Romano, aspettiamo il ritorno di Patrizia, per ricomporre la squadra iniziale, che ha permesso questa avventura e che può portare a compimento il nostro sogno iniziale, che oggi sappiamo, è lo stesso di questi nuovi amici

I commenti sono chiusi